Premio Nazionale per l’Innovazione in Agricoltura

Premiazione Società Agricola Porto Felloni

Il 17 Luglio, a Roma, nella sede di Palazzo della Valle, Confagricoltura ha premiato gli innovatori agricoli. 

Ynnova, a nome di tutto il Gruppo Arag, si congratula con la Società Agricola Porto Felloni di Salvagnin Luciano & C. s.s., che è stata premiata, insieme ad un manipolo di aziende, per il proprio impegno nell’utilizzare le più avanzate soluzioni tecnologiche e digitali, nell’aggregarsi per raggiungere precisi obiettivi (l’unione fa la forza), nel combinare sostenibilità economica ed ambientale, nell’essere attenti al territorio, nel fare cultura e arte.

Il premio è finalizzato alla presentazione di esperienze concrete di imprenditori lungimiranti e persone che credono nel progresso come strumento per migliorare il lavoro giorno per giorno; l’iniziativa è stata l’occasione per dare “un volto” ai concetti di agricoltura 4.0, di rivoluzione digitale, di economia circolare, di sostenibilità di reti e filiere.

Sono intervenuti il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ed il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio.

Nell’oggi cammina già il domani.
(Samuel Taylor Coleridge)

Chi sono gli innovatori di oggi? Che aspetto hanno le aziende che scommettono e investono nel domani?

Ci teniamo a riportare il breve testo con il quale l’Azienda Agricola Porto Felloni si presenta nella propria homepage, con l’invito a visitarne il website al presente link per conoscere più approfonditamente questa eccellenza Italiana.

“L’azienda Agricola Porto Felloni è stata tra le prime in Italia (1990) ad aver intrapreso un percorso di apertura verso le nuove tecnologie di Agricoltura di Precisone e di applicazione pratica e diretta dei concetti di questa particolare gestione agronomica.

Oggi, grazie al fatto che l’intero parco macchine è dotato di sistemi di guida semi-automatica a correzione satellitare RTK,si è arrivati ad utilizzare le tecnologie a dosaggio variabile degli input produttivi per le operazioni colturali quali la semina, la concimazione e la distribuzione dei trattamenti fitosanitari.

Elemento essenziale è il continuo monitoraggio della variabilità degli appezzamenti attraverso mappature delle produzioni effettuate annualmente, analisi dei suoli in laboratorio effettuate ogni tre anni e mappatura globale della tessitura aziendale tramite la tecnologia ARP.

Specifici software di elaborazione dati, quali mappe dei suoli, loro fertilità e dati di produzione, restituiscono le informazioni necessarie alla preparazione dei dosaggi e rilasciano accurata e precisa rintracciabilità di tutte le operazioni colturali eseguite e dell’utilizzo delle materie prime.”

Leave Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

clear formSubmit